Coltiva il seme dell’Amorevolezza. Buona primavera!

Amici cari,

forse non abbiamo mai atteso come quest’anno l’arrivo della primavera, con i suoi colori che dissolvono la nebbia nel nostro sguardo, con il canto degli uccelli che purifica la tristezza della nostra voce, con la nuova luce del sole che squarcia l’armatura della paura, con il suo tepore che accarezza i nostri cuori corazzati..

Spalanchiamole la porta e permettiamole di entrare per farla esprimere in tutto il suo potenziale di rigenerazione e purificazione dei nostri corpi stanchi.

Anche se ancora stretti nelle regole necessarie, non permettiamo alla nostra mente di strutturarsi nella logica della distanza che separa, della diffidenza e del giudizio che alimentano il conflitto e la sofferenza dell’anima; non fissiamo l’attenzione su ciò che non funziona e su ciò che non possiamo fare; sperimentiamo VERAMENTE l’ARTE del QUI E ORA nella gratitudine dando il vero valore a ciò che c’è.

Questo tempo nuovo ci sta indicando proprio la via del non dare più nulla per scontato, incontrando tutte le nostre profonde fragilità e resistenze, mettendo così in evidenza la vera lezione, quella di imparare ad osservare con una nuova MENTE LUCIDA, STABILE E FLESSIBILE allo stesso tempo. Solo in questo modo, nella giusta azione interiore, che ci fa vedere oltre l’illusione della realtà dualista, potremo osservare il panorama della nostra esistenza con nuovi occhi, lasciando andare nella gratitudine le zavorre delle vecchie credenze e condizionamenti per non porre nuove mura di cinta fatte di carta a difesa del nostro castello di sabbia.

Lasciamoci ispirare dalle parole della Bhagavad Gita “..per colui che in questo momento possiede la vera consapevolezza, in realtà non esistono più né il bene né il male” , “..colui che è distaccato ha una saggezza ben radicata; egli incontrando la buona e la cattiva sorte, resta equanime..” e “ ..quando il suo intelletto non sarà più confuso da tutto ciò che ha udito e diverrà ben stabile nella contemplazione del Sé, allora raggiungerà la perfezione di questo yoga”.

Nell’essenza dello yoga che insegna che un grammo di pratica vale più di una tonnellata di teoria e per dare un contributo concreto al mondo per la guarigione e il risveglio delle coscienze, vi consiglio di praticare ogni giorno per i prossimi 21 giorni la meditazione METTA , della gentilezza amorevole.

1° fase: siedi comodo con la schiena eretta e rilassa le varie parti del corpo (5 minuti)

2° fase: osserva il respiro che attraversa le narici (5 minuti)

3° fase: amorevolezza per te stesso. Ripeti 10 volte mentalmente la frase “io sono in salute, mi merito di essere in salute”, 10 volte “io sono libero dalla paura, sono libero dalla rabbia, sono libero dalla tristezza“ , 10 volte“io sono in pace e felice, mi merito di essere in pace e felice”

4° fase: amorevolezza per i tuoi cari. Ripeti 10 volte la frase alle persone a te care “che siano in salute tutte le persone che ho nel cuore”, 10 volte “che siano libere dalla paura, che siano libere dalla rabbia, che siano libere dalla tristezza” e 10 volte “ che possano tutte essere in pace e  felici”.

5° fase: amorevolezza verso le persone che ti creano disagio, fastidio, verso cui nutri sentimenti poco luminosi. Ripeti 10 volte la frase “ Che possa (o possano) essere in salute”, 10 volte  “che siano libere dalla paura, che siano libere dalla rabbia, che siano libere dalla tristezza” e 10 volte “ che possano essere in pace e felici”.

6°fase: amorevolezza per tutti. Ripeti 10 volte la frase “ che tutti gli esseri senzienti di tutti i mondi possano essere in pace e felici”.

7° fase: ripeti alcune volte lentamente “Grazie..grazie..grazie..grazie..grazie..”

Appuntamenti di marzo:

MERCOLEDI’ 17 MARZO dalle 21 alle 22,30 Conferenza “Medicina Tradizionale Cinese: prevenzione e cura di sé” con Cristina Monti (aperta a tutti e online utilizzando lo stesso link delle lezioni).

Un importante momento di conoscenza della scienza millenaria della Medicina Tradizionale Cinese che con le sue tecniche agisce in profondità come metodo per la prevenzione e il mantenimento della salute, per riequilibrare e potenziare l’energia fisica e mentale,  per il rilassamento muscolare, per la detossificazione e rigenerazione del corpo. Tecniche che trovano proprio nel periodo della primavera la loro migliore efficacia.

Confidando che la primavera porti con sé il dono della possibilità di praticare all’aperto

-DOMENICA 21 MARZO dalle 10,30 alle 13.00 una pratica di Yoga base, Meditazione e Yoga Nidra nell’abbraccio della natura e…senza filtri tecnologici.

Attenzione! Variazione orario: Lunedì e giovedì i corsi delle 18,00 sono stati posticipati di 15 minuti. Da lunedì 1 marzo si svolgeranno alle 18,15.

Nell’unione dei cuori e sempre nella gratitudine,

Namasté

Sandra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.